Alex Visani

Alex Visani

Film horror 2020 – Intervista al regista italiano Alex Visani

Come è nata la tua passione per il cinema horror?

Alex Visani 1

 Credo che la mia passione per l’horror fosse da sempre dentro di me. Credo sia nata con me. Fin da piccolissimo tutto ciò che era orripilante, oscuro e semplicemente “diverso” mi ha sempre attratto irresistibilmente.

Una sorta di campana di vetro dentro la quale correre ogni volta a proteggersi dall’orrore vero, quello di tutti i giorni.

Il sito rappresenta la mia voglia di comunicare la mia passione per l’horror al mondo intero e il mio bisogno di parlare di cinema horror. Il bisogno di dare forma, attraverso le parole, alla mia passione.

Dirigere film è invece il modo di dare forma alla passione attraverso le immagini e, più semplicemente, il mio umile omaggio e contributo al genere che tanto amo. 

 

Cosa pensi dei film horror usciti ultimamente?

Hollywood è la patria del cinema, persino del cinema horror. Devo dire però che molti dei titoli, da “Annabelle” passando per “It”, si sono rivelati grandi successi al botteghino ma al tempo stesso mostrano un appiattimento nella creatività ed una mancanza di coraggio nella messa in scena.

Manca la volontà di fare paura realmente allo spettatore e si rivolge lo sguardo al pubblico di giovanissimi spettatori, auto censurandosi in partenza. D’altronde le leggi di mercato sono durissime, il cinema è in crisi…perciò meglio andare sul sicuro e cercare l’incasso garantito (o quasi).

In Europa ed in Oriente c’è ancora la possibilità di visionare prodotti più veraci, aggressivi e talvolta più genuinamente spaventosi.

Quali sono le maggiori difficoltà che solitamente incontri sul set? 

Sicuramente la mancanza di budget. Purtroppo fare horror in Italia è difficile e non sempre si riescono a reperire i fondi economici o tecnici necessari per lavorare “in scioltezza”. D’altro canto la mancanza di budget spinge a fare di necessità virtù e spinge ad aguzzare l’ingegno. E questo per assurdo è un aspetto che amo dei miei set, ovvero la fantasia la fa da padrona e spesso è in grado di farmi oltrepassare limiti che sembrano, inizialmente, invalicabili.

Per te è più importante la sceneggiatura, gli attori o la suspense? 

Sono tre elementi assolutamente fondamentali per realizzare un buon prodotto.

La storia, i dialoghi e la scrittura stessa sono la base per imbastire un film che, sia esso originale o derivativo, possa coinvolgere il pubblico.

Gli attori sono la carne che da forma al film stesso. La loro bravura e la credibilità sono elementi fondamentali. Ci sono film modesti che grazie all’interpretazione degli attori si elevano in modo impensabile e, al tempo stesso, ci sono grandi film che grazie alle straordinarie prove attoriali diventano veri e propri capolavori.

La suspense è un elemento difficilissimo da gestire per un regista. È un sottile filo sul quale muoversi come equilibristi e può garantire il successo al film stesso. Poi c’è da sottolineare che non tutti gli horror puntano necessariamente alla suspense, in alcuni casi l’utilizzo di ironia, aperta comicità o effetti splatter fanno prendere al film strade diverse e non per questo meno divertenti o azzeccate.

Ci parli del tuo ultimo film “Stomach” ?

In STOMACH, ci sono parti della mia vita rappresentate attraverso una lente grottesca, estremizzata e deformante. Ho cercato, pur mantenendomi negli schemi del cinema splatter, di catalizzare tutte le mie frustrazioni, le mie preoccupazioni e la mia rabbia dandogli una forma mostruosa ed esasperata.

Ho cercato di dipingere un mondo di orrori nel quale l’individuo è vittima di vessazioni ed ingiustizie. Dove l’individuo dotato di sensibilità ed umanità è destinato inevitabilmente a subire ed assorbire le colpe degli altri. Fino ad arrivare al “punto di rottura”. Il film è stato realizzato grazie alla coproduzione di Giacomo Ioannis ed è distribuito da Digitmovies.

Stomach – Alex Visani – Home movies disponibile su Amazon

Fondamentale è stato l’apporto di tutti gli artisti, gli attori e i tecnici che mi hanno aiutato in maniera straordinaria ed incondizionata. Fabio Carlani è stato un protagonista di bravura e coraggio incredibile e Ingrid Monacelli, mia compagna nella vita reale, è stata la mia forza, il mio coraggio ed ha sopportato (e supportato) tutte le mie follie.

Per chi ne volesse sapere di più , questa è la pagina ufficiale del film: Pagina Facebook STOMACH >>

Come si prospetta il tuo prossimo progetto? 

Assolutamente folle. Un omaggio al cinema horror italiano di serie b che non si pone limiti per quanto riguarda storia delirante, splatter a profusione e narrazione allucinata. Attualmente mi trovo nella fase di pre produzione e conto di iniziare le riprese prima dell’estate. 

Alex Visani 5

Alex Visani – Links

Pagina Facebook STOMACH >>

Vedi STOMACH su AMAZON – Alex Visani >>

Vai a STOMACH su AMAZON – Carlani, Monacelli, Breccolenti, Calogero, Cerro >>

 

Get in touch with us!

Spread the love

Leave a Comment

avatar
  Subscribe  
Notify of